IO

VIDEO: Fare Venture Capital in Italia: il pensiero di Luigi Tommasini del Fondo Italiano d’Investimento raccontato ad Andrea di Camillo di P101

Redazione di NewsFromThePlatform | 30 marzo 2016

L’innovazione è entrata nell’agenda politica in maniera preponderante negli ultimi tempi. In realtà già dal 2012 come Fondo Italiano avevamo aperto il tema di cosa potevamo fare in questo senso. Il Venture Capital […] era una delle risposte principali.”

Queste le parole con cui Luigi Tommasini, Senior Partner del Fondo Italiano d’Investimento SGR Spa, descrive lo scenario del Venture Capital in Italia nell’intervista rilasciata ad Andrea Di Camillo, Fondatore e Managing Partner di P101, per il nostro blog NewsFromThePlatform.

Infatti, se fino a 5 anni fa si parlava poco di fondi d’investimento in startup e piccole-medie imprese, oggi la situazione è molto diversa. Il Fondo Italiano d’Investimento, con 11 impegni finanziari per 150 milioni di euro e capitali raccolti da 30 istituzioni italiane, è una delle principali realtà in questo ecosistema in rapida evoluzione.

Il ruolo del VC secondo Tommasini non consiste solo nel finanziare le startup, bensì nell’aiutarle a crescere. “Per fare una startup […] servono persone che aiutino i fondatori di queste startup a crescere – non a gestirle, ma a farle crescere.

Qui l’intero intervento