W

Se il “buongiorno” si vede dal mattino…

Mariano Ambrosio, Senior Analyst P101 | 9 marzo 2016

L’Italia è vista come il “bel Paese”, e questa volta non grazie alla sua storia, alla sua cultura, al cibo o alle città d’arte, ma grazie alle sue start-up. Ebbene sì! Anche gli americani iniziano a guardare con interesse alle nostre nuove imprese, considerandole – come emerge, tra gli altri, da una ricerca di CNBCreali elementi di rottura in un sistema produttivo a lungo decadente e incapace di reinventarsi. Crediamo allora che sia possibile dare il via ad un nuovo corso.

Dopo enormi difficoltà infatti, dovute ad una congiuntura economica quasi devastante, gli imprenditori italiani hanno rimesso al centro del loro business la creatività e la capacità di innovare – ripartendo dal “fare” start-up.

La crescita dell’ecosistema delle start-up è anche sostenuta e spinta dall’aumento degli investimenti da parte dei Venture Capitalist che, nel corso del 2015, hanno raggiunto un controvalore di circa 98 mln di Euro. Questo ecosistema è favorito anche, e soprattutto, da un’accresciuta qualità delle proposizioni tecnologiche e dell’effettivo livello di scalabilità dei business model.

Situazioni che motivano – a nostro parere – l’interesse in vario modo mostrato dai grandi investitori internazionali per l’innovazione digitale “Made in Italy”. Specie in quest’ultimo periodo.

A tal proposito, è interessante guardare all’accordo siglato dal MIUR con il Cisco Networking Accademy, ai 100 mln di investimenti programmati dalla stessa Cisco a supporto dell’innovazione digitale e delle start-up, o ancora, alla Apple e all’European App Development Center di Napoli (primo nel suo genere).

Insomma, dopo una partenza in completa sordina, le nostre start-up e l’ecosistema italiano dell’innovazione hanno alzato la voce e iniziano a farsi sentire. È questo quanto riporta anche l’ultimo articolo pubblicato da Forbes che cita MusixMatch e Waynaut quali esempi della trasformazione in atto e del suo non trascurabile eco.

A tutti, il nostro buongiorno.