Food: la lesson learned di Marco Porcaro, fondatore di cortilia.it

Marco Porcaro, fondatore di Cortilia | 1 giugno 2016

Chiacchierata con Marco Porcaro, fondatore di Cortilia, il primo mercato agricolo online a mettere in contatto consumatori e agricoltori locali, per fare la spesa come in campagna.

150 mila iscritti, oltre 50 produttori e migliaia di consegne: Marco Porcaro, fondatore di Cortilia ci riassume le lesson learned di questi anni che continuano a ispirare il lavoro quotidiano dell’azienda che consegna a domicilio frutta, verdura e non solo da piccoli produttori locali.

Approccio customer centric
La soddisfazione del cliente è un aspetto fondamentale per chi si occupa di e-commerce. Il suo profilo si è molto evoluto negli anni al punto che per essere conquistato, il cliente oggi va seguito in maniera precisa e continua. Per questo abbiamo capito l’importanza di orientare quotidianamente le nostre scelte di business sulla base dei feedback che raccogliamo dal campo tramite costanti attività di indagine e analisi.
Allo stesso modo, e per la stessa ragione, è stato fondamentale sviluppare un sito internet, e una app, che potessero garantire la massima fruibilità e consentire agli utenti di accedere ai servizi in modo veloce e intuitivo.

Logistica e servizio impeccabile
Nel nostro campo, la consegna è uno fra gli elementi che maggiormente incidono sulla soddisfazione del cliente. Abbiamo imparato che quando si parla di logistica c’è sempre un margine di miglioramento, perciò per restare competitivi è necessario essere costantemente alla ricerca di soluzioni volte ad affinare il servizio offerto. In Cortilia lavoriamo ogni giorno per alzare il livello del nostro servizio attraverso un sistema di routing: abbiamo perfezionato questo sistema nel tempo tanto che oggi siamo in grado di comunicare al cliente l’orario esatto di consegna, al fine di agevolarlo nella ricezione della spesa. Grazie a questa infrastruttura snella ed efficiente abbiamo migliorato notevolmente il servizio offerto e tagliato inutili passaggi di filiera.

Qualità del prodotto
Questo punto è fondamentale per tutti coloro che operano nell’e-commerce, ma specialmente per chi, come noi, si occupa di frutta e verdura. Cerchiamo di garantire sempre – e ci riusciamo – prodotti freschi e di gusto, coltivati, raccolti o trasformati da una rete di produttori artigianali secondo principi di qualità e aderenza alle tradizioni del territorio. I nostri clienti sono diventati sempre più attenti alla ricerca di prodotti derivanti da pratiche agricole sostenibili, e noi abbiamo assecondato questa attenzione affidandoci a modelli di produzione che valorizzano integrità e qualità.

Storytelling
Ogni business ha qualcosa da raccontare. Abbiamo appreso che condividere le nostre storie con gli utenti ci avvicina a loro, e li aiuta a capire cosa c’è dietro al marchio Cortilia. È proprio in quest’ottica che abbiamo avviato da qualche mese un ciclo di lezioni aperte rivolte a clienti, giornalisti e al team stesso, per diffondere la nostra cultura aziendale e raccontare prodotti e produttori. Grazie a questi incontri, facilitiamo il dialogo e stimoliamo la curiosità, l’aggregazione e la cooperazione reciproca sul territorio. I clienti sanno bene che dietro ai prodotti che comprano ci sono i produttori che abbiamo selezionato: per questo diamo anche ai produttori la possibilità di raccontare la loro storia e soddisfare la curiosità degli interlocutori.

Promuovere una spesa equa e le piccole imprese agricole del territorio
Dal momento che la nostra idea di fondo è quella di diffondere un modo leale ed equo di fare la spesa, abbiamo pensato che questo potesse essere un valore che valeva la pena condividere con chi si trova dall’altro lato dello schermo, dando particolare risalto ai giovani che hanno intrapreso una strada nuova e spesso tortuosa nel mondo dell’agricoltura come i Mastri Speziali: quattro ragazzi che si sono conosciuti tra i banchi dell’università e che hanno avviato insieme un progetto coraggioso di produzione dello zafferano nella Brianza, un territorio con scarsa vocazione agricola. Il risultato ovviamente è uno zafferano meraviglioso!